Cosa significa “libertà di movimento”?

Cos’è, per voi, la libertà di movimento?

Per me, è la possibilità di andare dove ci pare, quando ci pare, senza dover dipendere da nessuno per farlo. Però, questa cosa apparentemente semplicissima- soprattutto vivendo, nel mio caso, in una città grande e con mezzi pubblici, tutto sommato, capillari e ben funzionanti come Milano- può diventare improvvisamente complicata (o addirittura impossibile), se si ha una disabilità fisica (temporanea o permanente) o se si va in giro con un bambino nel passeggino o, semplicemente, portandosi dietro una valigia di grandi dimensioni. Ci avevate mai pensato?

Io stessa mi sono trovata, anni fa, in seguito ad un problema di salute che ha limitato in maniera permanente la mia “libertà di movimento”, a dover decidere: mi chiudo in casa o cerco una soluzione per mantenere, per quanto possibile, la mia autonomia?

Ovviamente, con la caparbietà che mi contraddistingue, ho scelto la seconda opzione e mi sono messa alla ricerca di servizi ed iniziative che consentono a chi si trova nella mia situazione di mantenere, comunque, una vita autonoma. E, sorpresa, ne ho trovati parecchi!

Ma resta ancora molto da fare perché un viaggio, di lavoro o di piacere, o un semplice spostamento da un punto all’altro della città non si traducano mai in un calvario o in un ostacolo insormontabile. Perché è bello farcela con l’aiuto degli altri, per carità, ma volete mettere la soddisfazione di cavarsela da soli? 

 

freedom

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *