Computer & co.: come acquistarli risparmiando

State pensando di sostituire il vostro vecchio computer o acquistare uno smartphone più “evoluto”? Sappiamo tutti quanto siano importanti, oggi, questi strumenti per facilitarsi la vita, tenersi in contatto con amici, colleghi e familiari e -perché no?- divertirsi, programmare un viaggio o rilassarsi.

Se questo vale per tutti, a maggior ragione è importante per chi convive con una disabilità fisica o sensoriale: pensate, solo per fare un esempio, a quanto è importante poter prenotare una visita medica, consultare un referto o organizzare un viaggio direttamente da casa, senza doversi spostare o, ancora, a quanto videochiamate e app varie abbiano semplificato la comunicazione tra persone sorde e “normodotati”.

La buona notizia è che è possibile acquistare questi dispositivi risparmiando, a patto di riuscire a dimostrare che questi dispositivi servono a superare il limite della propria disabilità fisica, visiva o uditiva, consentendo di lavorare, comunicare, interagire con l’ambiente circostante o, ancora, attingere facilmente a fonti d’informazione.

La legge 104/92, infatti, prevede la possibilità di godere dell’aliquota IVA agevolata (al 4% anziché al 22%) per l’acquisto non solo di ausili e mezzi necessari alla deambulazione e allo spostamento dei disabili motori, ma anche di dispositivi elettronici ed informatici che aiutino le persone disabili (fisiche o sensoriali) ad avere una qualità della vita migliore, in particolare:

  • facilitare  la comunicazione interpersonale
  • l’elaborazione scritta o grafica
  • il controllo dell’ambiente 
  • l’accesso all’informazione e alla cultura 
  • assistere la riabilitazione 

computer

Vediamo, ora, quali sono le tipologie di dispositivo per le quali è possibile usufruire dell’aliquota IVA agevolata:

  • computer (desktop, notebook, tablet)
  • modem
  • fax
  • telefono con viva voce o possibilità di effettuare videochiamate (per i disabili uditivi, ovviamente)
  • altro (da specificare a cura dello specialista che ne prescrive l’utilizzo).

Ma come usufruire di queste agevolazioni?  Semplice! Sono sufficienti due cose:

  1. il certificato attestante la disabilità motoria, visiva, uditiva o del linguaggio (solo queste quattro tipologie possono godere dell’agevolazione in questione)
  2. la prescrizione rilasciata dal medico specialista della propria ASL di appartenenza, che dimostri il collegamento tra la disabilità funzionale permanente e il beneficio che l’acquisto e l’utilizzo di quel dispositivo potrebbe apportare.

Inoltre, all’atto dell’acquisto del dispositivo, sarà necessario compilare un modulo nel quale si autocertifica il diritto ad usufruire dell’agevolazione in questione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *